Flash news:   Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia

Servizi a domanda individuale, la Giunta Spagnuolo fissa i costi per mensa e trasporto scolastico

Pubblicato in data: 11/4/2022 alle ore:14:20 • Categoria: Attualità, Comune

La Giunta Spagnuolo fissa i costi dei servizi a domanda individuale per l’anno in corso. L’esecutivo comunale di Palazzo di città che assicura anche per l’anno scolastico 2021/2022 il servizio di mensa scolastica in favore degli alunni delle Scuole dell’Infanzia e della Primaria dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” nonché il servizio di trasporto scolastico.
L’esecutivo ha deciso di confermare l’utilizzo del sistema “Telemoney” per la gestione dei pagamenti, prenotazioni e rendicontazioni dei pasti del servizio di mensa per gli alunni, fissando anche la quota di compartecipazione al costo del servizio per il singolo pasto per il 2022. I prezzi solo quelli dello scorso anno.
Con un’attestazione ISEE inferiore a 6.100,00 euro non è prevista nessuna compartecipazione per i residenti mentre i non residenti dovranno sempre versare 3,75 euro per ogni singolo pasto indipendentemente dall’Isee prodotto.
Per un ISEE compreso tra 6.100,00 e 9.100,00 euro il costo è di 1,25 euro per singolo pasto, sale invece a 2,25 euro per ISEE compreso tra 9.100,01 e 12.000,00 euro. Tra 12.000,00 e 15.000,00 euro invece si dovrà pagare 3 euro per ogni singolo pasto. Infine oltre 15mila euro costerà 3,75 euro.
Prevista una riduzione del 50% per coloro, residenti e non, che usufruiranno dell’servizio mensa per il secondo figlio o ulteriori figli con attestazione ISEE fino a 12.000,00 euro.
Per poter usufruire del servizio trasporto con un’attestazione ISEE inferiore a 6.100,00 euro si usufruisce dell’esenzione della quota per i residenti mentre i non residenti dovranno pagare 25 euro mensili indipendentemente dall’Isee prodotto. Per un ISEE pari o superiore a 6.100,01 euro i residenti dovranno sempre pagare un canone di 25 euro mensile. Prevista una riduzione del 40% per tutti, con una quota mensile pari a 15 euro, per il secondo figlio o ulteriori figli con attestazione ISEE fino a 12.000,00 euro.
Sempre per le scuole intanto, con riferimento al cronoprogramma dell’intervento di riqualificazione della scuola Pascoli, il monitoraggio dei risultati slitta di ulteriori tre mesi «al fine di garantire un più ampio periodo di valutazione dei risultati sull’efficientamento energetico della scuola, che si estenda all’intera stagione invernale».
L’intervento sull’edificio scolastico di via De Curtis punta all’efficientamento energetico del plesso che fa parte dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” per oltre un milione di euro. All’edificio si sta realizzando un cappotto termico con gli impianti di riscaldamento a pavimento. Si sta procedendo anche alla sostituzione degli infissi nel rispetto di tutti i canoni moderni per gli asili risolvendo così le problematiche che da anni affliggevano la scuola che presentava ambienti freddi, infiltrazioni di acqua piovana dal tetto e infissi vecchi. Obiettivo dell’Amministrazione era di riconsegnare, salvo imprevisti, l’edificio per l’inizio del nuovo anno scolastico, a settembre.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.