Flash news:   Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia Tentano di rubare in un negozio di Atripalda, denunciate due ventenni straniere per furto aggravato 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione

Trasporto scolastico, ammessa una sola offerta alla gara per l’affidamento del servizio

Pubblicato in data: 15/4/2022 alle ore:16:29 • Categoria: Attualità, Comune

Una sola offerta ammessa per l’affidamento del servizio del trasporto scolastico ad Atripalda per gli anni scolastici 2021-22, 2022-23 e 2023-24 e rinnovabili per altri due anni.
E’ questo l’esito dell’istruttoria condotta dalla Commissione giudicatrice nominata da Palazzo di città e composta dalla vice segretaria, dottoressa Italia Katia Bocchino responsabile del Settore Affari generali, del comandante della Polizia municipale Domenico Giannetta e dell’architetto Giuseppe Cocchi dell’Utc.
All’inizio sono pervenute, attraverso la Centrale Unica di Committenza della Valle del Sabato, due offerte.
Ma un’offerta è stata esclusa e sono quella della “Conte Srl” è stata ammessa.
L’importo complessivo per l’esecuzione del servizio, inclusa eventuale proroga è pari a 233.115,20 euro mentre il valore stimato per ogni anno scolastico è di 51.171,63 euro.
«Con tale servizio il Comune – scrive l’Amministrazione – intende facilitare il raggiungimento della scuola da parte degli alunni, agevolando l’esercizio del diritto allo studio e di sostegno alle famiglie».
Il servizio è destinato agli alunni che frequentano la Scuola Primaria, con i plessi “De Amicis” di piazza Vittorio Veneto e “Mazzetti” di via Pianodardine, ed infine la Scuola media “Masi” sempre in via Pianodardine. Tutte facenti parti dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi”.
Negli anni le adesioni al servizio sono oscillate mediamente tra le 80 e le 100 per anno scolastico, con netta prevalenza di iscrizioni degli alunni della scuola secondaria di I grado.
Il precedente affidamento era scaduto lo scorso 31 dicembre. Il servizio nelle more è stato affidato ad un’altra ditta individuata con procedura diretta per questo breve periodo.
Potranno usufruire del servizio di trasporto scolastico nel percorso casa-scuola e viceversa esclusivamente gli alunni che saranno indicati nell’elenco trasmesso alla ditta appaltatrice dall’Ufficio Pubblica Istruzione, all’inizio di ogni anno scolastico, previa domanda di fruizione del servizio da parte dei genitori. Il servizio di trasporto scolastico dovrà essere effettuato dal lunedì al sabato secondo il calendario scolastico ufficiale. Le strade interessate sono: via Madre Teresa di Calcutta (Alvanite), via Caduti Forze dell’Ordine (Alvanite), strada di collegamento Alvanite –Novesoldi, contrada Tufarole, via Appia, rotonda Maddalena, via Cesinali, rotonda Via Cesinali, IV ponte Fiume Sabato, via Tiratore (insediamento Alloggi Erp), via Marino Caracciolo (ex contrada  Santissimo), piazza Orta, via Gramsci, via Fiume, via Roma, piazza Vittorio Veneto, piazza Umberto I, via Manfredi e via Pianodardine.
La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo nei giorni scorsi ha anche fissato i costi dei servizi a domanda individuale per l’anno in corso. Per poter usufruire del servizio trasporto con un’attestazione ISEE inferiore a 6.100,00 euro si usufruisce dell’esenzione della quota per i residenti mentre i non residenti dovranno pagare 25 euro mensili indipendentemente dall’Isee prodotto. Per un ISEE pari o superiore a 6.100,01 euro i residenti dovranno sempre pagare un canone di 25 euro mensile. Prevista una riduzione del 40% per tutti, con una quota mensile pari a 15 euro, per il secondo figlio o ulteriori figli con attestazione ISEE fino a 12.000,00 euro.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.