marted� 16 aprile 2024
Flash news:   Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi Un pozzo del tardo medioevo e una tegola con sigillo in lingua osca emergono dai saggi archeologici lungo rampa San Pasquale Aperto il cantiere di riqualificazione della fontana artistica di piazzetta Garibaldi Al via la prevendita del big match Avellino-Benevento Fiamme ad Atripalda in un’azienda che si occupa di riciclaggio di rifiuti

Tredici platani a rischio abbattimento ad Atripalda, incontro in Comune tra amministrazione e associazioni ambientaliste. Foto

Pubblicato in data: 20/3/2023 alle ore:15:04 • Categoria: Attualità, Comune

«Una doccia fredda». Sono tredici i platani malati e a rischio abbattimento in città. Undici lungo via Appia e due a largo Pergola. E’ stata consegnata a Palazzo di città la relazione dell’agronomo Vincenzo Gennarelli incaricato dall’Amministrazione di valutare la stabilità dei platani presenti lungo via Appia, via San Lorenzo, Largo Pergola e Piazza Giovanni XXIII e del conseguente rischio per la pubblica e privata incolumità.
I tredici esemplari di piante devono essere tagliate a raso mentre il platano in piazza Giovanni XXIII sta bene da un punto di vista fitosanitario.
«Dopo gli eventi climatici e meteorologici avversi che hanno visto anche ad Atripalda la caduta di alberi e situazioni di pericolo, la Prefettura ha sollecitato una maggiore attenzione sul patrimonio arboreo – spiega il sindaco Paolo Spagnuolo -. Abbiamo così attivato subito un confronto con la Regione con il servizio fitosanitario che non si è pronunciato sulla pericolosità degli alberi ma ha fornito delle prescrizioni sulla tipologia e su il periodo di potatura dei platani e anche indicazioni su altre tipologie di alberi nella via Circumvallazione e piazza Giovanni XXIII dove sono state registrate delle problematiche. Così noi ci siamo rivolti ad un agronomo, il dottore Gennarelli, che ha prodotto una relazione che per noi è stata una doccia fredda. Sinceramente non ci aspettavamo che sui platani di via Appia venissero riscontrati dei problemi di salute degli alberi».
E ieri sera il primo cittadino insieme al vicesindaco Mimmo Landi hanno incontrato in Sala Giunta una rappresentanza di cittadini e associazioni ambientaliste e di quartiere «per una questione di chiarezza e trasparenza abbiamo coinvolto Legambiente, anche su sua richiesta, e cittadini che nel tempo hanno manifestato una particolare sensibilità verso la tutela del patrimonio arboreo come Maurizio Limone e Cinzia Spiniello e il comitato di quartiere Appia».
Il sindaco ha illustrato la posizione dell’Amministrazione: «l’interesse nostro è curare gli alberi, ma ciò non significa conservare quelli malati. Dobbiamo entrare in una nuova ottica. Non significa evitare a tutti i costi l’abbattimento. E rispetto ad una situazione problematica trovare anche soluzioni alternative all’abbattimento quanto è possibile o in che modo poi si può sostituire con una ripiantumazione quella tipologia di albero».
Alla luce della relazione dell’agronomo e di quanto comunicato dalla regione il sindaco conclude «visto l’esperienza negativa di Pineta Sessa attendiamo ora anche la disponibilità di Legambiente, con l’agronomo Zaccaria, che si è messo a disposizione per approfondire la relazione. Legambiente farà arrivare delle osservazioni. E all’esito poi di rincontreremo e verificheremo il da farsi avendo anche il parere altrettanto professionale di un altro agronomo. Per cui è giusto approfondire ulteriormente e confrontarci».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *