domenica 21 aprile 2024
Flash news:   Cambia la modalità di raccolta dei rifiuti ad Atripalda I vigili del fuoco recuperano un cagnolino dal letto del fiume Sabato Arresti ex sindaco Festa, ecco la nota della Procura di Avellino La Procura dispone gli arresti domiciliari per il sindaco dimissionario di Avellino Tragedia in via Appia, ventottenne di Mugnano muore stroncato da un infarto dopo una cena Restituzione deleghe Mazzariello, l’ex sindaco attacca: «l’amministrazione non ha visione e progettualità» Francesco Mazzariello restituisce le deleghe ai Lavori Pubblici e al Pnrr nelle mani del sindaco Paolo Spagnuolo La Scandone sconfitta a Piazza Armerina Avellino-Benevento, stasera lo stadio “Partenio-Lombardi” è sold out L’atripaldese Tonia Romano si ritira dall’Isola dei Famosi

Lo Sporting Atripalda festaggia la promozione in Prima Categoria

Pubblicato in data: 17/5/2010 alle ore:15:21 • Categoria: Calcio, Sport

stadio-valleverdeFesta grande in città per la promozione dello Sporting Atripalda in Prima Categoria.
La formazione di mister Ciro Tropeano, dopo la cinquina rifilata a Pratola con la De Apotheker stacca il traguardo.
Il team della cittadina del Sabato in totale ha realizzato durante tutto il campionato ben 101 reti stagionali, record assoluto.
Record anche di punti per gli irpini, che con i 70 su 72 si confermano la migliore formazione dilettante regionale.
Un gruppo, quello del presidente Bosco, che ha meritato ampiamente la promozione, restando in testa dalla prima giornata fino all’ultima.
La festa è fissata per venerdì porsismo al Bel Sito Hotel: insieme ai tifosi, all’Amministrazione comunale e alla dirigenza si brinderà alla promozione.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *