Flash news:   Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia Tentano di rubare in un negozio di Atripalda, denunciate due ventenni straniere per furto aggravato 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione

Coronavirus, saltano il Memorial “Rita Mazza” e il “Torneo Calcistico Stracittadino”

Pubblicato in data: 22/5/2020 alle ore:07:00 • Categoria: Calcio, Sport

“Quest’anno è la seconda manifestazione che sono costretto a non poter far disputare – così esordisce il deux-machina Generoso Tirone, storico organizzatore del “Torneo Calcistico Stracittadino” di Atripalda -, prima il Memorial “Rita Mazza” ed ora lo “Stracittadino”.

Infatti, causa l’evolversi del “Coronavirus” e visto le disposizioni emanate dagli Organi competenti, l’organizzatore e i suoi collaboratori hanno deciso di annullare questa appuntamento estivo, che in tanti aspettavano per potersi divertire, dando i fatidici “quattro calci” ad un pallone. L’amico Gioso Tirone, dopo lunghi otto anni di assenza aveva riproposto lo “Stracittadino”, tanto voluto e sollecitato dagli atripaldesi, denominandolo “Divertiamoci Insieme” e che aveva come filo conduttore Sportività-Ricreatività-Socializzazione”. Un Regolamento innovativo, con tante novità rispetto alle precedenti edizioni, accolto con entusiasmo. Il Torneo era riservato ai nativi o residenti in Atripalda e vi potevano partecipare giovani, meno giovani e donne.

“Nonostante le non felici Edizioni del 2011 e 2012 e la mia decisione di “chiuderlodefinitivamente”, avendo recepito gli “umori” degli appassionati del calcio, – conclude il Tironeho pensato di riproporlo e far trascorrere un periodo di puro e sano divertimento. Il prossimo anno, con immutato entusiasmo, sarà riproposto con le stesse modalità. Unitamente ai validissimi collaboratori, Ciro De Pasquale, Ferruccio Solimene e Gianluca Pierni, che ringrazio per la loro disponibilità, do appuntamento alla prossima primavera-estate”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.