alpadesa
  
Flash news:   Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di AtripaldaNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Atripalda Volley, visita e benedizione al Santuario di Montevergine Scandone sconfitta dalla Palestrina per 87-50 Lupi ancora sconfitti, contro la Paganese finisce 3-1 Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi

Eccellenza, il Città di Atripalda recluta Ambrosio, Gagliardi, Raffone e Tirri

Pubblicato in data: 13/7/2011 alle ore:08:28 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

stadio valleverdeL’ Asd Città di Atripalda comunica di aver raggiunto l’accordo per la permanenza in biancoverde con:
Raffone Antonio, centrocampista classe ’85
Tirri Mario, difensore classe ’89 (anche mediano)
Gagliardi Giuseppe, difesore classe ’92 (esterno sinistro)
Ambrosio Diego, centrocampista classe ’87 (esterno destro)
La società ha, inoltre, reso noto di non aver raggiunto l’intesa con il centrocampista Pietro Nevola, classe ’85. Di conseguenza il calciatore non farà  parte della rosa che affronterà il campionato di Eccellenza 2011-2012.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *