alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino

Fondi Por Campania Fers 2007-2013, su tre progetti presentati dal Comune finanziati i lavori di ristrutturazione della rete idrica delle zone rurali. Niente fondi invece per l’ex scuola di San Pasquale e complesso di Santa Maria delle Grazie

Pubblicato in data: 4/3/2014 alle ore:20:06 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

comune-5Via libera al finanziamento dei “Lavori di Ristrutturazione e Completamento della rete Idrica a servizio delle zone rurali di San Gregorio, Cerzete, Pettirossi ed altre”.
Il progetto esecutivo redatto dall’Ufficio Progetti dell’Alto Calore Servizi Spa in collaborazione con l’Utc del Comune di Atripalda, che prevede una spesa complessiva dell’intervento di € 2.800.000,00, ha ottenuto il via libera con i Fondi Por Campania Fers 2007-2013.
Il comune del Sabato aveva presentato in tutto ben tre progetti tra cui quello finanziato in collaborazione con l’Alto Calore.
Esclusi invece dal finanziamento gli altri due progetti che avrebbero interessato
il “Restauro strutturale e architettonico dell’immobile comunale annesso al complesso monumentale di Santa Maria delle Grazie” e la “Ristrutturazione e rifunzionalizzazione dell’edificio Comunale ex Scuola Elementare di rampa San Pasquale ”, entrambi bocciati.
Ecco la nota dell’Amministrazione: “Il sindaco Paolo Spagnuolo, esprime grossa soddisfazione per la pubblicazione sul Burc della Regione Campania del decreto dirigenziale nr. 70, meglio noto come iniziative di accelerazione della spesa relativamente ai fondi strutturali europei 2007/2013. Dei tre progetti che il comune di Atripalda aveva presentato, uno è stato dichiarato coerente e quindi ammissibile al finanziamento, quello relativo alla ristrutturazione ed al completamento della rete idrica a servizio delle zone rurali, tra cui le contrade San Gregorio, Cerzete e Pettirossi, nelle quali l’alimentazione idrica e’ alquanto precaria, assumendo caratteri critici nei periodi di massima richiesta, coincidenti con la stagione estiva. Il progetto, redatto dall’Alto Calore Servizi spa in stretta collaborazione con l’Utc e l’assessorato ai Lavori Pubblici di Atripalda, prevede la realizzazione di oltre 10 km di rete idrica con tubazioni di ghisa sferoidale, la costruzione di 38 pozzetti, il trasferimento di 110 utenze sulle nuove condotte, l’installazione di apparecchiature di telemisura e di una miniturbina capace di produrre energia elettrica in parte da cedere all’Enel ed in parte utilizzabile direttamente. Un intervento quindi molto articolato, il cui finanziamento dovrebbe aggirarsi sui due milioni e ottocentomila euro, che porterà a soluzione un problema annoso, alleviando i disagi a cui sono sottoposti gli utenti della zone interessate”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Fondi Por Campania Fers 2007-2013, su tre progetti presentati dal Comune finanziati i lavori di ristrutturazione della rete idrica delle zone rurali. Niente fondi invece per l’ex scuola di San Pasquale e complesso di Santa Maria delle Grazie”

  1. Lucia ha detto:

    Che ringraziassero Dio per quello che hanno avuto.

  2. Albertini ha detto:

    Mi fa piacere che dei progetti presentati in Regione, solo quello per le zone rurali è stato approvato in relazione alla ristrutturazione della rete idrica. Per gli altri due, se sono capaci , li finanziassero con le loro qualità di amministratori.

  3. Pistacchio ha detto:

    Il progetto idrico, se non fosse stato redatto dall’ Alto calore, pure quello sarebbe stato bocciato dalla Regione. Non siete tenuti in considerazione da nessuno. Andate a casa.

  4. OCCORRE PRECISARE ha detto:

    l’articolo è fuorviante nel senso che dei tre è stato approvato quello che l’amministrazione ha ritenuto “prioritario”. Gli altri due sono ancora da essere esaminati… e quindi nessuna bocciatura. Chi scrive dovrebbe documentarsi bene prima di farlo anche perchè gli avvoltoi in giro sono tanti …. e pure gli sciocchi.

  5. rocco 27 ha detto:

    e mo sienti a qualche architetto……..

  6. direttore ha detto:

    Lo dice il sindaco nel virgolettato che dei tre progetti uno è stato dichiarato coerente e quindi ammissibile al finanziamento

  7. Albertini ha detto:

    Per OCCORRE PRECISARE:
    Tu non devi precisare niente, devi solo leggere come ho letto io è precisamente dove si dice:
    Esclusi dal finanziamento gli altri due progetti ecc. ecc. perchè BOCCIATI.
    Se ne sai più di noi, dillo e firmati per quello che sei e non rimanere nell’ anonimato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *