alpadesa
  
Flash news:   Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie. Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro

Promozione, l’Arti cala il poker contro lo Sporting: il derby è suo

Pubblicato in data: 24/3/2014 alle ore:15:08 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

news_foto_39748_calcio-minore1Il derby salvezza, tra Atri e Sporting Atripalda, premia la squadra di Letteriello, che conferma il periodo di forma più che positivo, infliggendo una severa lezione ai “cugini’. Il 4-0 con il quale l’Atri ha chiuso la pratica a suo favore, dice infatti tutto sulla differenza di valori emersa ieri allo “Iorlano”. Per lo Sporting, invece, la sconfitta di ieri segna forse il definitivo addio alla categoria, visto che ormai solo la matematica tiene vive le speranze salvezza della squadra allenata da Marino sempre all’ultimo posto, con 12 punti, in classifica.
L’Atri, consapevole di dover puntare ai tre punti, prova a fare la partita sin dalle battute iniziali. Lo Sporting tiene botta nelprimo quarto d’ora, ma
cede il passo poco dopo, quando Marantino lascia partire un gran tiro che,
leggermente deviato da un difensore avversario, beffa l’incolpevole Re e va ad insaccarsi per l’1-0.
La reazione dello Sporting Atripalda non arriva, così i ragazzi di Letteriello gestiscono al meglio il vantaggio provando anche a mettere al sicuro il risultato. All’intervallo, però, il punteggio è ancora sull’1-0 in favore dell’Atri.
Al ritorno in campo l’Atri ci mette poco ad ampliare il proprio vantaggio. Al 10′ infatti, Melella trova il guizzo giusto, realizzando il 2-0 con un bel
tiro dalla distanza. Lo Sporting Atripalda ormai non ci crede più, tanto
che i “padroni di casa” a metà tempo trovano un’altra zampata con un’azione rifinita da Barra e chiusa dal tocco preciso di Rusolo, che manda per la terza volta il pallone alle spalle di Re.
A gara praticamente già finita, lo Sporting subisce due espulsioni (Joung prima e Siciliano poi) con in mezzo anche  la rete del 4-0, firmata da Melella.
Al 90′ arriva la terza espulsione, stavolta per Capodanno dell’Atri, ma la gar è ormai finita.

Tabellino:

ATRI – SPORTING ATRIPALDA : 4-0

Atri: Pergamena (30’st Grippo), Orsini, De Nigris, Taddeo (25’st Botta), Capodanno, Bravoco, Barra, Maiorano, Melella, Marantino, Rizzo (15’st Rusolo). Allentore Letteriello

Sporting Atripalda: Re, Iannicelli, Amendola (30’st Guarino), Siciliano, Damiano, Marsico, Angrisano, Aquino (10’st Breglia), Fortunato, Joung (25’st Spina), Caliano. Allenatore Marino

Arbitro: Giaquinto di Battipaglia
Reti: 18′ pt Marantino, 10′ st Melella, 24′ st Rusolo, 35′ st Melella
Note: espulsi al 30′ st Joung (SA), al 40′ st Siciliano (SA) e al 45′ st Capodanno (A)

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *