alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

Consiglio comunale, il Psi contro il bavaglio alle minoranze

Pubblicato in data: 26/9/2012 alle ore:11:30 • Categoria: Politica, Psdi, Psi

ulderico-pacia-passa-allopposizioneNo al bavaglio dei consiglieri comunali“, opposizioni ad Atripalda pronte ad alzare le barricate contro il Regolamento per il diritto di accesso agli atti comunali che l’Amministrazione Spagnuolo intende approvare domani sera in Consiglio. Ritorna dopo una lunga pausa estiva, domani, alle ore 17.30, la seduta del parlamentino cittadino per procedere all’approvazione di numerosi punti all’ordine del giorno tra i quali il Regolamento per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale, la nomina dei rappresentanti consiliari nel comitato di gestione della Dogana dei Grani, definizione delle linee programmatiche di mandato, Regolamento per l’accesso alle prestazioni socio-sanitarie ed ancora Regolamento sul procedimento amministrativo e Regolamento per il diritto di accesso agli atti amministrativi. Proprio su quest’ultimo punto le minoranze, tra le quali il Psi con Ulderico Pacia, temono che la maggioranza voglia mettere un freno.
«Ci auguriamo che non sia un bavaglio all’operato dei consiglieri comunali di accedere agli atti per informare costantemente la città di quello che accade al Comune – anticipa Ulderico Pacia del Psi – altrimenti saremo pronti a dare battaglia. Non a caso la sezione del Psi di Atripalda aveva richiesto al sindaco Spagnuolo e alle altre forze politiche della maggioranza l’istituzione della delega alla trasparenza. E poi per un consiglio comunale così importante, dove ci sono tanti regolamenti da approvare, solo questa mattina a 24 ore dalla riunione, verranno depositati gli atti per poterli visionare. Questo non ci da il tempo di poterli approfondire».
Il battagliero consigliere socialista mette inoltre in evidenza che il sindaco Spagnuolo, quando era consigliere di minoranza si lamentava con l’allora prima cittadino Laurenzano che non consentiva un approfondito esame degli atti deliberativi di Consiglio perché li metteva a disposizione solo 24 ore prima della riunione, richiedendo invece che fossero messi a disposizione dei consiglieri con congruo anticipo.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Giunta, il consigliere Pacia accusa: «Le delibere sono illegittime perché le dimissioni degli assessori Udc dal 4 giugno non sono state mai ritirare o respinte»

«Le delibere di giunta sono illegittime». E' l'accusa sollevata dal Psi atripaldese che con il consigliere comunale Ulderico Pacia attacca Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *