alpadesa
  
domenica 08 dicembre 2019
Flash news:   Quattro Notti Bianche ad Atripalda: si parte stasera da via Gramsci tra Villaggio di Babbo Natale, luci d’artista, musica live, street food e artisti di strada Danneggia il sensore dell’impianto di allarme di un negozio di elettronica, denunciato dai Carabinieri di Atripalda “Regalo un sorriso ad un bambino” per donare nuovi giocattoli ai più piccini di Atripalda meno fortunati La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi

Polemiche Rendiconto 2014, Fi chiede le dimissioni del delegato al Contenzioso «per opportunità politica». Il capogruppo Del Mauro: «Udc sconcertante», mentre Pacia lancia la proposta: «adotta un cane e non paghi la Tarsu»

Pubblicato in data: 30/4/2015 alle ore:09:15 • Categoria: Politica, Forza Italia, PsiStampa Articolo

gruppo-consiliare-pdlNon si spengono le polemiche il giorno dopo l’approvazione in Consiglio comunale del Rendiconto 2014 che ha incassato oltre ai voti favorevoli della maggioranza anche quelli dell’Udc-Ap.
A sferrare l’attacco è il capogruppo consiliare di Fi Massimiliano Del Mauro che accusa l’amministrazione di aver utilizzato in aula “toni trionfalistici” quando il risanamento è avvenuto «solo grazie ai sacrifici dei cittadini atripaldesi che hanno pagato un conto salato in termini di imposte locali in questi anni visto che hanno aumentato al massimo l’Ici, l’addizionale Irpef  ed i servizi a domanda individuale. Per cui non si prendano meriti che non sono i loro».  Per l’esponente di Forza Italia spulciando il Consuntivo emerge invece chiaro il dato della difficoltà d’incassare del Comune visto che dal previsionale al consuntivo per la mensa si passa da 65mila euro previsti a soli 30mila euro effettivamente riscossi, sulla Tarsu da 2.390.000 previsti a soli 1.560.000 entrati e zero euro incassati sul recupero Tarsu anni precedenti per i quali invece erano stati messi a bilancio introiti per 240mila euro. «il dato reale è che il Consuntivo ci consegna la fotografia di un comune che ha enorme difficoltà ad incassare e quindi i circa 25mila euro di avanzo è un dato puramente aritmetico avendo agito sui residui ma che non è assolutamente rispondente alla realtà».
Il dato fondamentale per il capogruppo di Fi è la differenza tra residui attivi di competenza 2014 pari a 3.883.945,97 e quelli passivi pari a 6.132.516,91 che generano un -2.248.570,94 «gran parte di questa cifra è composta dalla Tarsu che non riusciamo ad incassare. Questo è il dato drammatico che emerge dal bilancio redatto perfettamente dagli uffici. Difficoltà di incasso che non imputo a quest’amministrazione ma alla crisi generale. Perciò la maggioranza non può utilizzare toni trionfali. Se il bilancio fosse stato già redatto con il criterio della cassa, come dal prossimo anno, sarebbe stato un bagno di sangue».
massimiliano del-mauroFi chiede anche le dimissioni del delegato al Contenzioso Flavio Pascarosa «si stanno dando incarichi legali a destra e a manca. Dispiace scendere  nel personale ma quando in modo indiscutibile vi sono contatti di natura personale fra il delegato ed i legali che frequentemente vengono incaricati dal Comune, riteniamo che ragioni di opportunità politica obblighino il sindaco di affidare il contenzioso ad altra persona. Oltretutto è direttamente riferibile al delegato la questione di una parcella che è partita da cifre astronomiche e poi si è ridotta più volte. Non credo che ci siano le condizioni per continuare ad avere quel delegato al Contenzioso». Del Mauro infine non lesina critiche al comportamento avuto in aula dall’Udc «ho ascoltato sconcertato gli interventi dei consiglieri Udc che tentavano di giustificare da un punto di vista politico il loro voto favorevole al consentivo. E’ tanto che non fanno più parte di questa maggioranza e hanno letto finora documenti di fuoco contro questo sindaco e questa maggioranza. Ritengo sconcertante e inspiegabile questo voto favorevole. Mi sa tanto di politica dei due forni o che ci sia la volontà del gruppo di mantenersi più porte aperte per verificare poi dove potersi accomodare. Bisogna smettere con questa politica, ci vogliono comportamenti più coerenti evitando queste farse».
paciaSempre in tema di Consuntivo 2014 arriva dal consigliere del Psi Ulderico Pacia in aula questa proposta:  «visto che l’Amministrazione non riesce a riscuotere la Tarsu e visto che il Comune spende 2 euro al giorno come retta per mantenere un cane nel canile municipale si potrebbe proporre alla famiglie che adottano un cane dal canile uno sconto o un esonero dalla Tarsu. In questo modo sarebbe duplice il vantaggio per le casse comunali: minor retta da pagare per i cani e Tarsu incassata» .

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *