alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, i contagi tornano ad Atripalda: 2 casi positivi in città Imposte, alienazioni beni comunali e scuola al centro del Consiglio comunale di questa sera ad Atripalda convocato in seduta straordinaria Ponte delle Filande: dopo l’esondazione ruspe in azione per rimuovere i detriti del Fenestrelle. Allagamenti anche in via Appia. Foto Regione Campania, De Luca nomina i nuovi assessori: resta fuori l’Irpinia Il Comune di Atripalda si affida ad una società esterna per il trattamento e la protezione dei dati personali Maltempo, sospesa la prima gara di campionato fra Avellino e Turris Maltempo, paura a via Pianodardine: straripa il Fenestrelle e invade il ponte delle Filande Polemiche avvio anno scolastico, l’opposizione “Noi Atripalda” porta in Consiglio comunale la questione Stop ai disservizi, riapre di pomeriggio il cimitero di Atripalda Riapertura delle scuole in tempo di Covid, il messaggio del vescovo Aiello: “ la paura non può ritardare il desiderato primo campanello”

Corteo ambulanti, Prezioso (Fli):«L’amministrazione fugge di fronte alle proprie responsabilità»

Pubblicato in data: 16/9/2010 alle ore:14:00 • Categoria: Attualità, Futuro e Libertà per l'Italia, Politica

marcia-ambulanti10L’amministrazione comunale fugge di fronte alle responsabilità. Questa è l’unica spiegazione all’assenza di un rappresentante della giunta comunale o almeno di qualche consigliere di maggioranza, alla manifestazione dei commercianti del Mercato del Giovedì di Atripalda. Stamattina,come ampiamente pubblicizzato per mezzo stampa, i suddetti si sono recati in corteo dinanzi alla sede del Comune di Atripalda, per esprimere il proprio dissenso per ciò che sta accadendo alla storica fiera di Atripalda che ormai non si svolge da ben tre settimane. Di fronte alle numerose “sconfitte” legali, l’amministrazione insiste sulla strada della contrapposizione netta. Per carità, è una scelta legittima, ma ciò che preoccupa è che, attualmente, non esiste alcuna strategia di riserva nel caso in cui il Comune dovesse soccombere definitivamente dinanzi al TAR. A mio avviso si sta perdendo fin troppo tempo, senza che il sindaco abbia avuto la sensibilità e la responsabilità di convocare un consiglio comunale ad hoc, così come richiesto dalle opposizioni consiliari e senza fornire spiegazioni ufficiali né ai rappresentanti di categoria dei commercianti, né ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori, né ai rappresentanti del popolo, i consiglieri comunali di Atripalda. Nel reiterare la richiesta di discuterne in via ufficiale nella sede naturale, il Consiglio Comunale, invito l’amministrazione comunale e prendere in considerazione il piano presentato in consiglio comunale, che prevedeva il ritorno del Mercato nella sede storica di piazza Umberto I e strade adiacenti, dove si è svolta per anni, rispettando nel contempo l’esito del referendum consultivo promosso nel 2004.

Antonio Prezioso
Consigliere comunale Atripalda
Futuro e Libertà per l’Irpinia

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *