alpadesa
  
Flash news:   Due centraline anti smog ad Atripalda: la prima installata in via Roma da Idea e la seconda a Parco delle Acacie dall’Arpac su richiesta del Comune Tagliano la Variante nei pressi di un supermercato di Atripalda, sei automobilisti multati dalla Stradale Contrada Ischia, via libera dalla giunta Spagnuolo ai fondi per il campetto La Scandone vince lo scontro salvezza contro Monopoli Ritrovamento archeologico in via Appia, “Noi Atripalda” interroga il sindaco e la Soprintendenza Coronavirus, deceduta una paziente di 79 anni di Atripalda Genitori in piazza ad Atripalda per la didattica a distanza: «Chiediamo libertà di scelta». FOTO Danneggiamento di veicolo e possesso di oggetti atti ad offendere: 28enne atripaldese a processo  Ciclismo, Alfonso Alvino e la passione per la bici nell’Eco Evolution Bike Team L’Avellino batte il Bari 1-0

Mondiale Superbike, esordio negativo per Iannuzzo a Phillip Island

Pubblicato in data: 25/2/2013 alle ore:10:24 • Categoria: Moto, Sport

iannuzzo_phillip-islandEsordio negativo per Vittorio Iannuzzo, che alla prima tappa del mondiale Superbike sul circuito di Phillip Island, ha chiuso al 17° posto in gara 1 e il 16° in gara 2. Due piazzamenti, che non soddisfano naturalmente il pilota campano, che ha pagato l’attacco influenzato di questo fine settimana e un assetto non ottimale della moto la Bmw S1000 del Grillini Dentalmatic. Il debutto della Superbike è stato all’insegna dell’Aprila, che ha trionfato con Guintoli nella prima gara e con Laverty nel secondo race. Il mondiale Superbike si ferma già per una lunga pausa, si ripartirà ad aprile sul circuito di Aragon, in Spagna, dove Iannuzzo sarà chiamato ad un immediato riscatto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *