alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

XXII Trofeo D’Amore, grande attesa per il via al corso di Avellino. Cignarella: “Evento di grande valore per la nostra provincia”

Pubblicato in data: 29/8/2014 alle ore:18:24 • Categoria: Auto d'epoca, Sport

xxii-trofeo-damore-22 tappe, 99 Prove Speciali, 212,700 km da percorrere, 12 controlli orari, 2 controlli a timbro, 4 riordini, ben 59 equipaggiati e 3 apripista: questi i numeri del XXII Trofeo Rolando D’Amore.
Ai nastri di partenza per il XXII Trofeo Rolando D’Amore organizzato dalla Scuderia Auto Storiche Green Racing Club di Avellino e patrocinata dall’Automobile Club e dal Coni di Avellino. La gara di regolarità classica per Auto Storiche, valida per il campionato Italiano ACI – CSAI, prenderà il via domani sabato 30 agosto e si concluderà domenica sera 31 agosto all’Hotel Belsito di Manocalzati con la cerimonia di premiazione dei vincitori.

Intanto questo pomeriggio si è tenuta, presso il Circolo della Stampa di Avellino la presentazione della gara dal consolidato richiamo nazionale e sono state effettuate le prime verifiche tecniche e sportive relative alla corrispondenza delle vetture alla documentazione sportiva a cura dei commissari sportivi Filippo Zuccarino (delegato Csai), Emilio Piccicacchi e Raffaele Saullo e dei commissari tecnici Pietro Carella (Delegato Csai), Franco Delli Paoli e Giovanni Russo. Verificatore tecnico Maria Antonietta Tarantino dell’Automobile Club di Lecce e Giuseppe Cannizzaro segretario di manifestazione dell’Automobile Club di Salerno. Capo servizio di Cronometraggio Marco Dal Prato dell’Automobile Club di Mantova e direttore di gara Rosario Moselli.
A fare gli onori di casa Eugenio Avitabile presidente Scuderia Auto Storiche Green Racing Club Avellino. «Il Trofeo D’Amore è ormai un punto di riferimento nazionale del settore automobilistico – commenta Avitabile – per questo porto avanti con passione e grande impegno questa manifestazione sportiva in grado di richiamare nella nostra terra partecipanti da ogni parte d’Italia insieme ad autorità e personalità famosi del settore». Presenti anche Giuseppe Saviano Presidente del Coni Avellino, ogni anno al fianco di quella che oramai è diventato un appuntamento fisso nel panorama automobilistico italiano «ricordiamo ogni anno Rolando D’Amore e la sua famiglia appassionati di automobilisti, diciamo grazie al team del Green Racing Club che ancora una volta è stato in grado di organizzare una manifestazione di alto livello che testimonia come lo sport può creare interesse e anche una spinta all’economia locale», Stefano Lombardi Presidente ACI Avellino che aggiunge «è bello vedere volti nuovi e altri già noti, ciò significa che negli anni l’interesse intorno al Trofeo D’Amore è cresciuto e rappresenta un vanto per l’Irpinia», Vincenzo Iorio vice Presidente ACI Avellino con la moglie Rosa D’Amore figlia di Rolando e madrina della gara. «Uno dei pochi eventi inseriti anche quest’anno nell’estate avellinese – afferma Nunzio Cignarella Assessore alla Cultura Comune di Avellino -. Questa manifestazione dà lustro alla nostra provincia e attira partecipanti da ogni parte d’Italia, complimenti agli organizzatori per la tenacia e la passione che contribuiscono alla riuscita della gara dedicata agli appassionati di auto storiche ma che coinvolge anche semplici curiosi grazie alle belle auto esposte al corso». Sono intervenuti anche Marco Gandino vice Presidente della Scuderia Classic Team di Mantova che ha sottolineato: «una gara attraente per la particolarità delle 99 prove speciali, la formulazione sul lago e la presenza di 28 piloti top rider, ovvero le eccellenze in Italia. Ma quest’anno si tratta di un appuntamento importante anche per l’assegnazione di vari campionati come quello delle scuderie» e Pippo Rapisarda concorrente e Direttore Tecnico dell’Autodromo di Monza. In gara anche quest’anno i coniugi Giordano Mozzi e Stefania Biacca di Mantova, vincitori dell’ancor più famosa “Mille Miglia” 2011 e 2014: «E’ sempre un piacere essere qui ad Avellino, siamo pronti a vivere questo fantastico week end in una terra di strade molto belle in cui c’è sempre una piacevole atmosfera – afferma Mozzi, due volte vincitore del Trofeo D’Amore 2011 e 2012 -. Sono convinto che torneremo a casa anche questa volta con grande soddisfazione».
Domani, ci si ritroverà alle ore 9 dinanzi al palazzo della Prefettura di Avellino per la I tappa: le autovetture a partire dalle 11.01 in punto si muoveranno, a distanza di un minuto l’una dall’altra, in direzione Lago Laceno dove, dopo tre riordini (13.31, 14.47 e 16.03) ripartiranno verso Avellino. Il rientro della prima autovettura è previsto per le 19.03. In serata tutti i partecipante gusteranno un ricco buffet di prodotti tipici irpini.
Domenica sarà poi la giornata della II tappa: partenza alle 9.01 per la prima auto in corso Vittorio Emanuele dove ritornerà alle 12.31. Appuntamento poi per il consueto pranzo conviviale presso l’Hotel Belsito di Manocalzati dove nel pomeriggio alle 16,30 ci sarà la cerimonia di premiazione dei vincitori.
La classifica finale sarà redatta in base alla somma delle penalità di ciascun partecipante relativamente ai diversi risultati ottenuti nelle prove speciali a cominciare dalla “III La Cento Prove Speciali”, “XX Coppa Green Racing Club”, “XI Coppa Raffaele Iacobellis”, “VII Coppa delle Dame” al 1° equipaggio femminile nella classifica assoluta, “V Trofeo Alfisti Irpini” al 1° conduttore irpino della classifica assoluta su Alfa Romeo, “III Trofeo Cavalleria Irpina”, “V Coppa del Greco di Tufo” ai primi tre classificati nelle prove speciali Tufo, “V Coppa Circuito del Laceno”ai primi tre classificati nelle prove speciali del Circuito del Laceno e il “IV Trofeo Regolarità Città di Avellino”.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Concluso il XXII Trofeo D’Amore: vince la scuderia CAMS di Rovigo

La scuderia CAMS di Rovigo con Pierluigi Fortin e Laura Pilè a bordo di una A112 Elite 5 serie si Read more

Partenza perfetta per la prima giornata del XVIII Trofeo Rolando D’Amore

Le quarantaquattro auto storiche sono partite, sfilando una dopo l'altra, per la prima tappa della due giorni sportiva. Dopo il Read more

Avellino, il centrocampista Tomas Federico è un nuovo tesserato

A seguito dell’ottenimento del transfer internazionale, il club comunica di aver tesserato il centrocampista Tomàs Federico. Nato a Rafaela (Argentina, Read more

Avellino, arriva il portiere Andrea Dini

Il club comunica di aver raggiunto l'accordo per l'acquisizione a titolo temporaneo delle prestazioni del portiere Andrea Dini. Di proprietà Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *