alpadesa
  
Flash news:   All’Azienda “Moscati” un container speciale per la sicurezza degli operatori del 118 dell’Asl e una nuova Tac per le attività nella Palazzina Alpi Coronavirus, scende il numero di morti: 542 rispetto a ieri Coronavirus, guarita e dimessa la prima contagiata di Atripalda Coronavirus, il gruppo consiliare “Noi Atripalda”: “chiarezza sulla distribuzione dei pacchi alimentari” Ciclismo, un altro pupillo doc dell’A.S.Civitas-ProfumeriaLucia: Carmine Iantosca Coronavirus, consegnati i primi kit per la diagnosi veloce del virus. Il medico Gerardo Piscopo: “primo screening sulle persone più esposte”. FOTO Addio a Maurizio Zito, tra gli architetti più creativi della Campania Coronavirus, in Campania sono 120 i positivi oggi: i tamponi sono stati 2.005. In totale i contagiati sono 3.268 Coronavirus, 2 contagi oggi in provincia: a Cervinara e Rotondi. I positivi ora sono 373 Coronavirus, 604 deceduti rispetto a ieri per oltre 17mila morti totali: dimezzati i nuovi positivi e si riducono i ricoveri in terapia intensiva

L’Atripalda Volleyball riprende la marcia: prima vittoria in casa contro Ischia

Pubblicato in data: 25/11/2019 alle ore:10:13 • Categoria: Sport, Pallavolo Atripalda, PallavoloStampa Articolo

L’Atripalda Volleyball non fallisce l’appuntamento con la vittoria tra le mura amiche e conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza. Una gara che ha visto i ragazzi biancoverdi stare concentrati dall’inizio alla fine concedendo ben poco agli avversari e soprattutto sono stati uniti nei momenti di difficoltà. Tre punti che portano la squadra atripaldese ad attestarsi al settimo posto in classica con 7 punti, frutto di due vittorie e una sconfitta al tie-break. E’ stata una prova corale, quella di sabato, che ha visto capitan Roberti come terminale offensivo importante autore di 23 punti. Importante anche la prova del libero Mignone  con oltre il 70 % di ricezione positiva. Ma tutta la squadra si è mossa bene lottando palla su palla. Racaniello ha schierato la formazione tipo con D’Alessandro in regia, Roberti opposto, D’Angelo e Rescignano di banda, Fastoso e Ambrosone al centro e Mignone libero. Il primo set è da guinness per il punteggio con le squadre che lottano punto a punto facendo divertire il pubblico con Atripalda sempre avanti ma che non riesce a sfruttare il mini break di quattro punti che si era guadagnata e si va ai vantaggi che non vede nessuno cedere fino a quando Roberti mette palla a terra su un contrattacco e porta avanti i suoi chiudendo il set con il punteggio di 31 a 29. Nel secondo set c’è sempre equilibrio in campo con Atripalda però che questa volta riesce a mantenere il margine conquistato e chiude in scioltezza con il punteggio di 25 a 17. Nel terzo Atripalda tenta di sferrare il colpo del ko agli avversari ma Ischia non cede e tenta di rientrare ma è un muro di Ambrosone che spegne i sogni di rimonta degli isolani: i biancoverdi chiudono il terzo set con il punteggio di 25 a 21. Tre punti meritati che fanno si che Atripalda guardi con tranquillità al prosieguo del campionato che la prossima settimana le vedrà effettuare la seconda e ultima sosta del girone d’andata, per poi riprendere con la difficile trasferta di Marigliano.

A fine gara soddisfatto coach Francesco Racaniello: “Abbiamo preparato bene la gara – dichiara il coach pugliese – i ragazzi hanno risposto benissimo alle sollecitazioni date in questa settimana, siamo andati meglio nel fondamentale muro-difesa. Sono tre punti importantissimi e guardiamo con positività al prosieguo del campionato. Ora c’è la sosta e abbiamo più tempo per migliorare alcuni automatismi”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *