Flash news:   Coronavirus, sono 5 gli attuali positivi ad Atripalda “Estate…in ludoteca”, voucher comunali in regalo a trenta bambini: le domande scadono domani Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali Ripristino servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano, Prc: “vittoria dei cittadini, ora si potenzino le corse domenicali” Debito fuori bilancio per gli espropri del Centro Pmi, al via il pagamento della quarta rata Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto

L’Atripalda Volleyball riprende la marcia: prima vittoria in casa contro Ischia

Pubblicato in data: 25/11/2019 alle ore:10:13 • Categoria: Pallavolo, Pallavolo Atripalda, Sport

L’Atripalda Volleyball non fallisce l’appuntamento con la vittoria tra le mura amiche e conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza. Una gara che ha visto i ragazzi biancoverdi stare concentrati dall’inizio alla fine concedendo ben poco agli avversari e soprattutto sono stati uniti nei momenti di difficoltà. Tre punti che portano la squadra atripaldese ad attestarsi al settimo posto in classica con 7 punti, frutto di due vittorie e una sconfitta al tie-break. E’ stata una prova corale, quella di sabato, che ha visto capitan Roberti come terminale offensivo importante autore di 23 punti. Importante anche la prova del libero Mignone  con oltre il 70 % di ricezione positiva. Ma tutta la squadra si è mossa bene lottando palla su palla. Racaniello ha schierato la formazione tipo con D’Alessandro in regia, Roberti opposto, D’Angelo e Rescignano di banda, Fastoso e Ambrosone al centro e Mignone libero. Il primo set è da guinness per il punteggio con le squadre che lottano punto a punto facendo divertire il pubblico con Atripalda sempre avanti ma che non riesce a sfruttare il mini break di quattro punti che si era guadagnata e si va ai vantaggi che non vede nessuno cedere fino a quando Roberti mette palla a terra su un contrattacco e porta avanti i suoi chiudendo il set con il punteggio di 31 a 29. Nel secondo set c’è sempre equilibrio in campo con Atripalda però che questa volta riesce a mantenere il margine conquistato e chiude in scioltezza con il punteggio di 25 a 17. Nel terzo Atripalda tenta di sferrare il colpo del ko agli avversari ma Ischia non cede e tenta di rientrare ma è un muro di Ambrosone che spegne i sogni di rimonta degli isolani: i biancoverdi chiudono il terzo set con il punteggio di 25 a 21. Tre punti meritati che fanno si che Atripalda guardi con tranquillità al prosieguo del campionato che la prossima settimana le vedrà effettuare la seconda e ultima sosta del girone d’andata, per poi riprendere con la difficile trasferta di Marigliano.

A fine gara soddisfatto coach Francesco Racaniello: “Abbiamo preparato bene la gara – dichiara il coach pugliese – i ragazzi hanno risposto benissimo alle sollecitazioni date in questa settimana, siamo andati meglio nel fondamentale muro-difesa. Sono tre punti importantissimi e guardiamo con positività al prosieguo del campionato. Ora c’è la sosta e abbiamo più tempo per migliorare alcuni automatismi”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *