Flash news:   Torna l’iniziativa “Estate in ludoteca”, voucher per 30 bambini: domande entro il 19 agosto Clima velenoso in città, la replica di Nunzia Battista (Abc): «amministrazione senza idee e progetti sulle cose importanti e urgenti da fare» Covid 19, doppio decesso al Moscati: anche una paziente di 78 anni di Atripalda Clima velenoso in città, il sindaco replica duramente all’opposizione: «I toni della maggioranza sono bassissimi, lavoriamo nell’interesse di Atripalda» Opposizione all’attacco della maggioranza: “stop ai veleni post voto” Aree giochi per bambini, conclusi i lavori del primo lotto. Il sindaco: “mi appello al senso civico di tutti” L’Alienazione dell’ex sede Asl di via Tiratore riaccende lo scontro politico in città. Renzulli (Abc): «è il fallimento di chi ci ha governato» L’Inail mette in vendita l’ex sede Asl di via Tiratore: asta il 5 ottobre al prezzo di 2 milioni e mezzo Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum

Indennità di Giunta, il sindaco Paolo Spagnuolo: «polemica sterile, non è aumento ma adeguamento alla legge dello Stato»

Pubblicato in data: 9/7/2022 alle ore:14:27 • Categoria: Attualità, Comune, Politica

«E’ una polemica sterile perché è una delibera di giunta di adeguamento e non di aumento dei compensi a quanto previsto dalla legge dello Stato e non da un regolamento comunale o deciso dagli assessori». Non ci sta il sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo a passare come il primo cittadino che si è alzato al massimo lo stipendio da fascia tricolore «a tempo di record» come lo accusa l’ex capogruppo di maggioranza Massimiliano Del Mauro. «E poi la delibera era già pronta e agli atti perché nel momento che ci siamo insediati la segreteria mi ha trasmesso questa proposta di delibera, invitandomi a verificare solo la composizione della giunta tra dipendenti e titolari di partite iva. Penso che qualcuno l’aveva già sollecitata, perché gli uffici non procedono a scrivere se non sollecitati dalla parte politica. Poi forse per motivi elettorali o il timore che ci fosse una reazione negativa dell’elettorato, nell’ultimo semestre la cosa non è stata fatta. Si ricordassero perciò un poco e meglio le cose».

L’intervista è pubblicata oggi su Il Mattino di Avellino

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.