Flash news:   Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli Serie C, l’Atripalda Volleyball batte Massa in scioltezza e si prepara all’ultima trasferta della stagione Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate La Sidigas Scandone saluta la città

Grandi ambizioni per l’Asd Atripalda Volleyball: ieri la presentazione ufficiale della squadra. L’appello del presidente Spica: “le istituzioni, gli imprenditori locali e la stampa ci stiano vicino. Abbiamo bisogno di un Palazzetto dello Sport”. FOTO

Pubblicato in data: 2/10/2017 alle ore:10:30 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Grandi ambizioni per una squadra allestita per puntare in alto. Ieri pomeriggio, presso l’Arena Beach Inside di Avellino, si è tenuta la presentazione ufficiale dell’Asd  Atripalda Volleyball. Squadra, staff tecnico e società, che disputerà il campionato di serie C, atleti e dirigenti si sono ritrovati per salutare tifosi e amici prima dell’inizio della stagione ufficiale. Nel parterre le cariche istituzionali provinciali con il presidente del Coni Giuseppe Saviano, della Fidav Irpinia-Sannio Felice Vecchione e gli amministratori della cittadina del Sabato. Una presentazione che si è svolta a pochi giorni dall’inizio ufficiale della stagione che avverrà mercoledì quattro ottobre quando alla palestra Adamo l’Atripalda Volleyball ospiterà alle ore 20 l’Elisa Volley Pomigliano per la prima giornata di Coppa Campania.
Il presidente della squadra sabatina Angelo Spica ha ringraziato tutti «per i sacrifici fatti per una stagione che si prospetta abbastanza lunga. La novità di quest’anno che abbiamo unito le forze con il settore giovanile». Poi rivolge tre appelli. Il primo alle istituzioni: «affinché lavorino per realizzare un impianto sportivo, una casa dello sport ad Atripalda che consenta di sviluppare progetti di crescita nello sport e nella nostra pallavolo. Non avendo strutture adeguate non possiamo invitare squadre di serie A e ne ambire a campionati superiori» il secondo agli imprenditori di Atripalda: «sia grandi che piccoli. Ad eccezione di pochi amici siamo trascurati e nessuno si accosta ai nostri progetti mentre noi portiamo in giro in regione il nome di Atripalda. Abbiamo ambizioni» e infine il terzo ai mass media «ci seguino accanto a calcio e basket».
Anche il presidente provinciale del Coni Giuseppe Saviano ha evidenziato l’importanza di un palazzetto per la città e del grande seguito della pallavolo in Irpinia: «ricordo quando presentammo la squadra di A2 nella villa comunale. Allora dissi che Atripalda ha bisogno di un palazzetto perché quando giocavamo al Paladelmauro sembrava che giocassimo in trasferta. E questa è una prima penalizzazione. Fatto sta che oggi stiamo a parlare di serie C mentre con un piccolo sforzo oggi potevamo parlare di A1. La pallavolo dopo il calcio in Irpinia è lo sport più radicato sul territorio. Per cui ben venga una squadra forte. La pallavolo è la federazione più rappresentativa ed è giusto che Atripalda esprimi una squadra di altissimo livello. Questa battaglia di realizzare un palazzetto la dobbiamo portare avanti. Lo sport può essere anche un volano di sviluppo e creare economia con un grande polisportiva. Per cui questa sera do un grande in bocca al lupo».
Concetto condiviso dal presidente della Fipav Irpinia-Sannio,  Felice Vecchione: «Credo che Atripalda debba avere una propria casa e la merita per i trascorsi sportivi che ha avuto, ha e che avrà visto che è stata sempre tra le prime squadre a livello regionale per i risultati conseguiti sul campo. Oggi abbiamo conseguito un grande risultato: riportare il settore giovanile che in passato ha dato lustro a questa società». Non promette miracoli il delegato allo sport Costantino Pesca: «L’Amministrazione sarà vicina alle società sportive  e allo sport in generale in tutte le sue forme. Sul Palazzetto non sfuggo, al di là del lato economico la politica deve guardare al profitto social. Il palazzetto anche per me è un sogno e un’ambizione. Ma non voglio prendervi in giro. Ci sarà tutto l’impegno possibile, anche con il sostegno del Coni, per attingere a finanziamenti. Non possiamo neanche riprendere il vecchio progetto previsto vicino allo stadio Valleverde che non rispecchia le norme visto la presenza del fiume Sabato. Occorrerebbero 3 milioni di euro che non rientrano nella nostra capacità di indebitamento. Puntiamo più a riqualificare le piccole strutture per una funzione sociali».
Prima della foto finale di gruppo con le magliette la presentazione di tutti gli atleti e lo staff. Anche il coach Angelo Colarusso non nasconde le ambizioni: «si prevede una stagione ottima, abbiamo allestito una buona squadra per dare soddisfazione ai tifosi». Tra il sestetto ritorna lo schiacciatore Roberto D’Angelo che in A2 vinse la Coppa Italia.
Il ds Clemente Pesa: «abbiamo allestito una buona squadra. Ora sta a loro sistemare i risultati. Per fare bene le cose c’è bisogno però del tempo e allenamento. Ci alleniamo con tranquillità, a giugno vedremo poi dove arriviamo senza stress per portare la pallavolo al giusto posto».
Torna il settore giovanile affidato al direttor tecnico Gianfranco De Palma: «il settore giovanile deve vivere due vie parallele: una strada quella del sociale e l’latra mirare a risultati più importanti».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. un palazzzetto dello sport non sarebbe male solo ke kua siamo vicino ad avellino ma sarebbbe meglio tenerlo in konsiderazione?

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it