alpadesa
  
Flash news:   “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino

Paolo Ferrero lancia la sfida per Rifondazione: «Al fianco dei più deboli, in difesa del lavoro»

Pubblicato in data: 9/3/2010 alle ore:10:30 • Categoria: Attualità, Politica, PrcStampa Articolo

prc_paolo-ferrero_1Il candidato presidente della Campania nell’ambito della Federazione della sinistra, Paolo Ferrero (foto), da Avellino lancia la sfida per le regionali di fine mese. «Nel silenzio più totale – dice – è passata una legge che determina condizioni peggiorative per i lavoratori, sia per i nuovi assunti che per quelli già impiegati, che permetterà il ricatto totale da parte dei datori di lavoro e la possibilità di non tener conto delle tutele stabilite dall’articolo 18 della Costituzione. Una legge incostituzionale, approvata nella totale indifferenza di Pd ed Idv, da cui rivendichiamo orgogliosamente l’autonomia, e per il respingimento della quale incontrerò questa sera stessa il presidente della Repubblica, Napolitano». I punti fondamentali del suo programma sono innanzitutto il lavoro: creare occupazione contrastando le politiche liberistiche che hanno determinato la crisi ed operare una nuova politica industriale, che generi occupazione attraverso investimenti pubblici sulle energie rinnovabili, la priorità. Riorganizzare la Sanità pubblica, con un nuovo sistema di nomina dei manager basato su curricula posti sul web, selezioni ad opera di figure super partes di valore nazionale e una conseguente diminuzione del 25 % delle risorse assegnate al privato in favore del pubblico, da operare in 5 anni. 
Per il candidato al consiglio regionale, Tony della Pia: «Preso atto del fallimento del sistema industriale – spiega – la nostra idea è che bisogna ripartire dal territorio. Occorre valorizzare l’agricoltura ed i prodotti tipici, creando consorzi ed eccellenze, e incentivare la vocazione turistica della aree irpine». In lista anche Rossella Iacobucci, Giuseppe Tartaglia, Carmen Rita Peluso e Roberto De Filippis.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *