venerd� 19 luglio 2024
Flash news:   Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello”

Doppio colpo di mercato per la Sidigas Hs Pallavolo Avellino: da Sora arrivano il centrale Francesco Fortunato e lo schiacciatore Claudio Paris. Foto

Pubblicato in data: 22/6/2013 alle ore:07:21 • Categoria: Pallavolo, Pallavolo Atripalda, Sport

paris-fortunato-magliettaDoppio colpo di mercato per la Sidigas Hs Pallavolo Avellino. Da Sora approdano in Irpinia alla corte di coach Totire il centrale Francesco Fortunato e lo schiacciatore Claudio Paris. Ieri pomeriggio la presentazione dei due nuovi arrivi presso il Palazzetto Delmauro di Avellino con il direttore sportivo Clemente Pesa che sta lavorando sulle indicazioni del mister per completare il roster biancoverde per una stagione 2013-2014 di A2 da vertice.
«Le scelte tecniche sono state effettuate dal mister – esordisce Pesa presentando i nuovi atleti – Francesco rappresenta infatti la prima scelta per quello che ha dato finora alla pallavolo e che continuerà certamente a dare anche qui. Due tra le migliori scelte che potevamo fare. Certo poi il responso lo lasciamo al campo ma come società stiamo dando il massimo per allestire un roster competitivo. Non sarà facile ripeterci e rivincere una nuova Coppa Italia, dove entri nella storia, ma con le scelte che stiamo effettuando puntiamo in campionato ad arrivare tra i primi quattro. E questo creando un gruppo di giovani motivati. Chi viene qui deve venire con la voglia di giocare e divertirsi ma anche di confermare i risultati che abbiamo raggiunto finora».
Si sente onorato di essere stato indicato come prima scelta da Totire il centrale Francesco Fortunato che si presenta così ai tifosi: «La spina dorsale di questa squadra resta ed è questo che mi ha attratto di più a venire a giocare qui ad Avellino. Giocatori che non mollano mai, una squadra molto determinata. Per questo ho deciso di abbracciare il progetto. Sono molto felice che sia con me anche Claudio, ragazzo umile e di qualità». Per il nuovo schiacciatore Claudio Paris in Irpinia ci sono gli stimoli giusti per un campionato di vertice: «Sono molto stimolato da questo progetto della Pallavolo Atripalda e contento di poter giocare qui per restare in un contesto di alta classifica con una squadra ambiziosa. Speriamo di fare bene. Ringrazio la società di aver puntato su di me. Con Fortunato ho passato un anno insieme molto bello a Sora dove ho dimostrato di meritare il posto nel momento che sono stato chiamato in campo. Stimo Totire ed il fatto che sia qui mi ha motivato ad accettare». Due pallavolisti di scuola Sora, la squadra corazzata con la quale l’Atripalda ha disputato una sfida continua.
«Sora è una squadra allestita in modo molto equilibrato ma per me il campionato appena finito è stato un fallimento – conclude Fortunato – perché non siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo. Qui punto sia al campionato che alla coppa Italia». Appare invece concentrato sul nuovo impegno Claudio Paris: «mi impegnerò con umiltà, partita dopo partita, per dare il massimo contributo alla squadra».
Sulle prossime mosse di mercato la parola infine al ds Pesa che guarda soprattutto al mercato italiano: «Per vincere c’è bisogno del giusto binomio tra squadra e società e perciò da quando inizieremo il campionato fino al 15 maggio del prossimo anno mi auguro che si crei quel legame forte tra squadra e società. Lavoriamo in simbiosi con il mister e le sue indicazioni ci offrono precise garanzie iniziali. Ora il nostro obiettivo resta il secondo palleggiatore ed un secondo opposto sui quali chiuderemo presto. Poi un centrale da affiancare a Fortunato e sistemare staff tecnico prima di andare a Bologna per il mercato. Per questo non c’è la fretta di chiudere ma posso assicurare che le dodici persone che comporranno la squadra saranno le migliori che potevamo portare ad Atripalda».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *