venerd� 01 marzo 2024
Flash news:   Il sindaco replica così alle accuse dell’opposizione: «Risponderò ai cittadini con i fatti» Quadro dell’Annunciazione, il delegato Barbarisi: «lo riporteremo a casa» Avellino-Catania, al via la prevendita per la gara di mercoledì 6 marzo L’opposizione attacca l’Amministrazione e l’Acm “tra un po’ ha più dipendenti del Comune”. Foto Piazza d’onore per la ciclista Annalisa Albanese alla Gran Fondo Sorrento Scontro in Consiglio sull’approvazione della convenzione per il nuovo segreterio comunale, Musto: “Atripalda merita un full time” A caccia di fondi il Distretto Diffuso del Commercio “ComUnity” “Atripalda che verrà, dialogo con la Città”, l’opposizione domani avvia un confronto L’appello di Luigi De Magistris e Omar Suleiman da “Fortapàsc”: “Stop al genocidio in Palestina” Imbrattata ancora una volta la fontana di piazza a Umberto

Karate, l’Asd Raion al raduno Fesik-Campania

Pubblicato in data: 5/11/2013 alle ore:09:00 • Categoria: karate, Sport

raduno raion

Incomincia alla grande l’anno sportivo dell’a.s.d. Raion con la partecipazione al raduno Cask/Rar del comitato regionale di karate “Fesik-Campania”.
Il raduno regionale degli atleti meritevoli si è suddiviso in due gruppi. Il gruppo Rar (Raduno Agonistico Regionale), comprendente tutti gli atleti delle società campane di karate dai 6 anni per un allenamento agonistico e il Cask (Centro di Alta Specializzazione di Karate), composto dagli atleti encomiabili che hanno ottenuto risultati nell’anno agonistico passato e che hanno partecipato previa una convocazione della commissione regionale.
Il Rar, organizzato esclusivamente dal comitato campano è una vetrina per tutti i bambini e i ragazzi che vogliono familiarizzare con l’agonismo e permette agli atleti di allenarsi insieme e sviluppare il lavoro di gruppo.
Il Cask, centro di alta specializzazione di karate ha l’obiettivo di formare agonisticamente gli atleti provenienti dalle diverse società e province campane per una proposizione di atleti visionabili alla nazionale italiana di karate, e formare squadre regionali di kata e kumite per le manifestazioni che ne richiedono la presenza.
L’a.s.d. Raion dei maestri Gaita Raffaele e Natalino Luciano, ha partecipato al primo raduno che si è tenuto presso il palazzetto dello sport di Soccavo in provincia di Napoli, ed ha visto impegnati 110 bambini e ragazzi per il raduno Rar e 30 ragazzi per il raduno Cask.
Il Comitato regionale campano Fesik, ha programmato durante quest’anno sportivo, 4 incontri per ogni categoria, da svolgersi in prossimità degli appuntamenti agonistici regionali e nazionali.
Per quanto riguarda il raduno Rar, gli atleti sono stati divisi in 3 gruppi affidati a docenti diversi ai quali è stato proposto un allenamento interessante sul kumite e circa lo studio di alcuni kata.
Ogni allenamento è stato diviso in 4 fasi: 20 minuti educazione motoria e preparazione al lavoro tecnico specifico, 50 minuti di kata, 50 minuti di kumite, 20 minuti di defaticamento.
Il gruppo Cask, anch’esso diviso in due gruppi, uno di kata e uno di kumite, ha lavorato prettamente sulla preparazione fisica alle competizioni, per poi lavorare in modo specifico sull’allenamento dei kata da gara e del kumite agonistico.
Al termine di ciascuna fase ogni atleta del Rar ha ricevuto un punteggio e alla fine dei 4 allenamenti sarà stilata una classifica finale.
I primi 3 atleti delle categorie 6-8/9-11/12-14 riceveranno un premio ad attestare la preparazione e l’alto livello tecnico dimostrato durante gli allenamenti. Per le categorie Cadetti, Junior e Senior i primi 2 atleti (uno per il kata ed uno per il kumite) saranno ammessi alla squadra CASK per l’anno sportivo 2014/2015.
Per l’associazione sportiva Raion hanno partecipato Sarno Matteo e D’Onofrio Manuel i quali si sono barcamenati ed impegnati per realizzare un allenamento ad altissimo livello.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *