Flash news:   Coronavirus, sono 5 gli attuali positivi ad Atripalda “Estate…in ludoteca”, voucher comunali in regalo a trenta bambini: le domande scadono domani Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali Ripristino servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano, Prc: “vittoria dei cittadini, ora si potenzino le corse domenicali” Debito fuori bilancio per gli espropri del Centro Pmi, al via il pagamento della quarta rata Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto

Karate, corso di difesa personale alla Raion di Avellino

Pubblicato in data: 25/4/2014 alle ore:08:32 • Categoria: karate, Sport

raionSi è svolto nello scorso week-end presso l’associazione sportiva Raion dei maestri Raffaele Gaita e Luciano Natalino, un corso di difesa personale diretto dai maestri Francesco Grassi e Nicola Altieri, docenti nazionali difendersik, la difesa personale della Fesik.
Il corso, articolato in tre ore di allenamento ha toccato i seguenti argomenti: prevenzione, gestione verbale della situazione di pericolo, analisi del contesto, gestione dello stress, comunicazione non verbale (body language), tecniche di difesa istintive.
Lo scopo del corso di difesa personale è stato quello di sviluppare una mentalità difensiva per provvedere personalmente alla sicurezza di se, la capacità propria di difendersi dai pericoli e dalle minacce all’integrità fisica e psichica.
I temi affrontati dai maestri si sono incentrati sulla conoscenza del corpo di ciascuna persona che si trova in una situazione di pericolo, e la possibilità di percepire ciò che accade intorno a loro, a percepire quando il pericolo è reale e a scegliere le opzioni possibili: la richiesta d’aiuto, lo scontro, la fuga, soprattutto in situazioni di forte stress emotivo. La componente etica prevede l’uso della difesa fisica come ultima ed estrema possibilità, solo quando si è valutato che non c’è altra soluzione possibile, senza cedere alle provocazioni.
Quello che è stato insegnato ai partecipanti è l’uso di una difesa non portata in modo confusionale e a caso, ma una risposta automatica che tenga conto di una rapida analisi del contesto e si concretizza attraverso poche e semplici tecniche portate ai punti sensibili dell’aggressore.
Altro tema affrontato è stato quello della formazione psicologica dove e stato approcciato e indicato ad ogni possibile aggredito, il modo di evitare inconsciamente il ruolo della vittima potenziale e a riconoscere i segnali di pericolo, acquisendo così una grande fiducia nelle proprie capacità psico-fisiche.
Sono state tre ore di attività intense e prolifiche, in cui tutti i partecipanti hanno dimostrato grande entusiasmo nell’apprendere le perle di saggezza dei maestri Francesco Grassi e Nicola Altieri.
I maestri dell’a.s.d. Raion, Luciano Natalino e Raffaele Gaita, soddisfatti dell’andamento del corso si sono riproposti di organizzare un altro corso prima del termine dell’anno agonistico, certi e consapevoli dell’importanza della difesa personale nella vita quotidiana.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *