Flash news:   Elezioni Provincia di Avellino, cinque liste in corsa: sarà sfida D’Agostino-Buonopane. Per Atripalda in campo il consigliere Franco Mazzariello I fondi della sicurezza urbana per rendere più sicure le strade di Atripalda. Foto Dogana dei Grani, inaugurato l’Infopoint di “Sistema Irpinia”, il sindaco: «un hub per attrarre visitatori ad Atripalda». Foto Periferie nel degrado, la denuncia del consigliere Franco Mazzariello Raccordo autostradale Av-Sa: restringimenti della carreggiata sud ad Atripalda per lavori Natale ad Atripalda con Giullarte e luminarie “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”, l’appello dei Carabinieri: “Trovate sempre il coraggio di denunciare” Alvanite, palazzine in pessime condizioni: appello a Spagnuolo: «Attendiamo ancora una risposta» Anfiteatro via Appia, le proposte del comitato Abellinum al sindaco: «Nuova indagine, apposizione del vincolo sull’area e delocalizzazione del distributore». Foto Terremoto dell’80, il sottosegretario all’Interno Sibilia: “Un dovere ricordare le vittime dì quel disastro, che pure però diede i natali al sistema di Protezione Civile”

Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna”

Pubblicato in data: 20/6/2021 alle ore:11:00 • Categoria: Attualità, Politica, Sinistra Ecologia e Libertà

Abbiamo letto i proclami trionfali dell’Amministrazione che dicono di Atripalda prima in Irpinia, in Italia, nel mondo.

Ma le statistiche enunciate con tanta enfasi dal sindaco sono andate immediatamente in crisi non appena sono stati diffusi i dati pubblicati dall’ASL sulle somministrazioni per centro vaccinale.

Da queste ultime discende con evidenza quello che, in realtà, è sotto gli occhi di tutti: il cattivo funzionamento del centro vaccinale di Atripalda, condizionato da un evidente #errore nella sua scelta.

La struttura prescelta è inadatta in quanto gravemente sottodimensionata, con spazi esterni ridotti e senza parcheggi essendo in pieno centro storico.

Per questo può reggere un numero limitato di accessi e gestire a fatica le prenotazioni.

Una scelta francamente incomprensibile, in controtendenza con quanto avviene ovunque, con l’uso di spazi ampi che consentono di gestire numerosi accessi in sicurezza e soprattutto nel rispetto della privacy.

Atripalda è stata costantemente in ritardo nelle vaccinazioni di tutte le fasce di età con evidente danno per i cittadini rispetto agli altri Irpini e, se è vero che il 50% della sua popolazione si è vaccinato, questo è evidentemente dovuto, come ottimamente sottolineato anche dalla stampa locale, al fatto che una consistente fetta della popolazione si è vaccinata presso altri HUB.

Caro Sindaco, non le sfuggirà che presupposto indispensabile per arrivare a pubblicizzare statistiche è la #trasparenza assoluta dei dati elaborati e una loro opportuna campionatura (CHI si è vaccinato, PERCHÉ, DOVE, ecc…), ugualmente effettuata in maniera trasparente.

Informazioni a cui, manco a dirlo, i cittadini non hanno mai avuto l’onore di avere accesso, neanche da lontano.

Buttare tutto in un unico calderone per tirare fuori un numero magico, una statistica media, non ha alcun significato, anzi è fuorviante….

Lo diceva già cento anni fa, con invidiabile sintesi, Trilussa, nella sua poesia “la statistica”, con il famoso esempio del pollo.

Ma noi siamo rimasti più indietro nell’immaginario dei nostri amministratori.

Per loro non siamo cittadini ma sudditi, che si devono far bastare le informazioni loro concesse, perché: O QUESTO O NIENTE!

Ma noi non siamo sudditi e riteniamo che, se il sindaco non fa informazione trasparente sui dati sensibili che riguardano la salute dei suoi cittadini, diffondendo addirittura dati in contrasto con l’ASL, egli non garantisce più nessuno come principale AUTORITÀ SANITARIA del comune e ne deve trarre le dovute, necessarie CONSEGUENZE.

Sinistra Italiana Atripalda

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *