alpadesa
  
Flash news:   AtripaldaNews augura buona Pasqua a tutti i lettori Cani randagi avvelenati, il sindaco emana un avviso per la presenza di esche e bocconi avvelenati. Appello dell’Aipa per il canile municipale Ricatto hard ad un parroco di Atripalda:“Paga o diffondo il video”. Tre a processo L’Avellino batte la Lupa Roma per 2 a 1 e riapre il campionato Via Crucis, grande attesa per la XXIII edizione di domani sera Incedente stradale sul Raccordo ad Atripalda: coinvolte 3 auto, ferito un ragazzo Mercato del giovedì, il sindaco illustra agli operatori commerciali il Piano di accorpamento a parco delle Acacie: ok alla fattibilità con lavori da 100mila euro. Foto “Noi Atripalda” interroga il sindaco sulla proroga del progetto Aurora e sul mancato pagamento dei relativi beneficiari Accorpamento del mercato del giovedì a parco delle Acacie, ambulanti convocati per questo pomeriggio a Palazzo di città. L’assessore Musto: “a disposizione 100mila euro per attrezzare l’area” Un connubio tra cultura e piacere di un caffè per scoprire lo scrittore che è in te

Serie B, non basta il cuore all’Atripalda Volleyball: Ottaviano passa 3 a 1

Pubblicato in data: 18/3/2019 alle ore:12:00 • Categoria: Sport, Pallavolo Atripalda, PallavoloStampa Articolo

Niente da fare contro la corazzata Ottaviano per l’Atripaldavolleyball che esce sconfitta ma lottando e mettendo in difficoltà l’imbattuta corazzata del torneo. La formazione atripaldese, eccezion fatta per il quarto set, ha cercato di contrastare i napoletani giocando bene e mettendo il cuore e uscendo a testa alta. Notizia positiva è il completo recupero di Rescignano che è stato il migliore dei suoi dimostrando buona vivacità in attacco. Ma in generale si è vista una squadra che ha lottato su ogni pallone. Mister Romano parte subito in avvio con Colarusso e Salerno a formare la diagonale di attacco, Rescignano e Cicatelli di banda, Mitidieri e De Mattia al centro e Conforti libero. Nel primo set l’inizio e di marca ospite che compie già un primo break grazie alla buona vena di Scialò portandosi sull’8 a 3. Ma i biancoverdi non mollano e cercano di mettere in difficoltà gli avversari che però riescono a controllare il vantaggio e a chiudere con il punteggio di 25 a 19. Nel secondo set il match e a fasi alterne con Ottaviano che cerca di scappare e Atripalda che recupera fino a portarsi sul 16 pari ma è qui che la maggiore esperienza dei partenopei che fa la differenza permettendogli di chiudere sul 25 a 19. Nel terzo set mister Romano cambia qualcosa inserendo De Prisco al posto di Colarusso cercando di dare una scossa alla squadra. Il set è equilibrato con le squadre che lottano punto a punto fino a quando a rompere l’equilibrio è il giovane Cicatelli che con la battuta mette in difficoltà la ricezione avversaria mettendo a segno tre ace e portando Atripalda al +4, vantaggio che permette di vincere il set con il punteggio di 25 a 21. Nel quarto set però non c’è storia con la capolista che inizia a martellare in battuta e i biancoverdi vanno in difficoltà alzando bandiera bianca. Ottaviano chiude con il punteggio di 25 a 10. Una buona prova che lascia ben sperare per il prosieguo del campionato che ora vedrà la squadra atripaldese affrontare due match importantissimi. Quello in trasferta di sabato prossimo a Potenza contro il fanalino di coda del torneo e quello in casa contro l’Aversa Normanna alla palestra comunale di Avellino. Quindi la squadra di Romano si prepara al rush finale per raggiungere l’obbiettivo prefissato da inizio stagione: la salvezza.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *