alpadesa
  
Flash news:   Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw Al via il secondo lotto di lavori per la riqualificazione di Parco delle Acacie ad Atripalda Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora

Emergenza neve e falò di San Sabino, Strumolo (Pdl): “Allarme annunciato, Comune disorganizzato”. Prezioso (Fli): “Pensate ai disagi dei cittadini e dopo al focarone”. Del Mauro (Pdl): “Disagi uguali in tutta Italia, non condivido la scelta del sindaco su delega a Moschella”

Pubblicato in data: 8/2/2012 alle ore:16:15 • Categoria: Cronaca, Politica, Futuro e Libertà per l'Italia, PdlStampa Articolo

falò san sabinoEra un’emergenza annunciata, l’Amministrazione avrebbe potuto organizzarsi in tempo per avere qualche mezzo in più per affrontare la situazione. Farsi cadere ora il mondo addosso non gioca certo a loro favore. Per il falò, invece, non mi sento di criticare, certo è consigliabile non prendere l’auto se non per le emergenze almeno finché non vengono rimossi i pericolosi cumuli di neve ai bordi delle strade. Da cittadino vedo che le cose non sono state gestite bene“, insomma secondo il coordinatore cittadino del Pdl, Attilio Strumolo, il Comune ha perso un’altra occasione per poter fare bella figura semplicemente giocando d’anticipo sull’allarme meteo.
Più drastico Antonio Prezioso (Fli): “E’ semplicemente vergognoso, – afferma il consigliere comunale – c’è gente che ancora non riesce ad uscire di casa e si pensa a liberare la piazza per il falò? Per di più il sindaco ha diffuso un’ordinanza in cui raccomanda, tra l’altro, ai cittadini di non lasciare le abitazioni se non in caso di necessità. Sono certo che San Sabino sarebbe più contento se si pensasse prima ad eliminare i disagi che affliggono gli atripaldesi, piuttosto che spalare la neve in piazza Umberto I per poter accendere il focarone. Ma la carità cristiana dove è finita? In piena emergenza bisognerebbe pensare a riportare alla normalità la nostra città. San Sabino capirebbe“. Anche secondo Massimiliano Del Mauro organizzandosi in anticipo si poteva gestire meglio l’emergenza che ha colpito in egual modo tutta l’Italia: Non amo le polemiche fini a se stesse, è evidente che non siamo attrezzati per un’emergenza neve come questa che non si ripeteva dal lontano ’85 – afferma il consigliere dimissionario del Pdl -. I disagi si sono avuti in tutta Italia, qui abbiamo avuto sabato una mezza giornata di disagio ma grazie agli interventi di Comune, Provincia, Protezione Civile e tutti coloro che si sono impegnati le strade sono libere. Magari nei giorni precedenti si sarebbe potuto fare qualcosa di più  per porre in essere un intervento preventivo. Ben venga il falò di questa sera. Tutt’altra considerazione va fatta in merito alla questione delega di Emilio Moschella, mi sarei aspettato dal sindaco un comportamento diverso, al suo posto sarei stato fermo e avrei assunto tutte le responsabilità nelle mie mani“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *